Pages Menu
Categories Menu

Fasi dell’Attività

Il progetto sarà caratterizzato da una fase di preparazione e terminerà con una fase di valutazione nella quale sarà messo a punto il follow up continuerà l’impegno per la disseminazione e la valorizzazione dei risultati.

Fase PREPARATORIA (3 mesi: gennaio, febbraio, marzo):
La fase preparatoria consisterà innanzitutto in incontri periodici che si terranno nelle scuole e nelle università, garantendo così l’aggregazione trasversale di giovani con diversi background e provenienza. Con il supporto del coach, la priorità della fase preparatoria sarà definire collettivamente come rendere operativa la fase di implementazione delle attività vere e proprie, ivi compreso elaborare insieme il perfezionamento delle modalità per favorire e valorizzare il protagonismo, le potenzialità, le competenze di ciascun appartenente al gruppo e la partecipazione di altri giovani.
Sempre in tale fase verranno prodotti i materiali comunicativi e promozionali del progetto. Sarà creato un volantino ad hoc per ognuno dei 4 filoni di approfondimento. Nel volantino saranno specificati tutti i modi per partecipare al progetto (PRESENZIARE ai workshop di discussione e ai dibattiti-eventi, CONTRIBUIRE ai momenti di rielaborazione in forma testuale e traduzione, COLLABORARE alla creazione e diffusione delle riviste + cd).
Nell’ultimo mese di questa fase preparatoria SVOLGEREMO dei LABORATORI di SCAMBIO COMPETENZE per imparare ad utilizzare tutti quegli strumenti e software di cui faremo esperienza nel corso del progetto, come ampiamente descritto in seguito (per esempio power-point, indesign, programmi di montaggio video)
Infine sarà obiettivo del coach supportare il gruppo nel costruire una capacità sempre più autonoma nella gestione amministrativa del progetto e delle responsabilità inerenti il progetto (i tempi da rispettare, la gestione coerente dei fondi ricevuti il coinvolgimento di partners).

Fase di REALIZZAZIONE (7 mesi: aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre).
La fase attuativa sarà di 7 mesi e mezzo e sarà un continuo approfondire, dibattere e diffondere le conoscenze acquisite grazie a questo processo! Per tutta la durata della realizzazione si svolgeranno, per ogni argomento fatto oggetto di approfondimento attività nelle modalità descritte qui di seguito.
ARGOMENTI TRATTATI (meglio descritti nel riquadro successivo)
Aprile e Maggio: MUTUO SOCCORSO E SOLIDARIETA’ IN EUROPA

Giugno e Luglio: PROTAGONISMO GIOVANILE.

Agosto e Settembre: CITTADINANZA EUROPEA

Ottobre : POLITICHE E ISTITUZIONI DELL’UE.

ATTIVITA’ PREVISTE E RIPETUTE PER OGNI ARGOMENTO TRATTATO:
Ogni “bimestre” della fase di realizzazione sarà caratterizzato dalla ripetizione di alcune forme di IMPLEMENTAZIONE DELLE ATTIVITA’, in modo da rendere chiara sin dall’inizio del progetto una griglia di organizzazione degli approfondimenti che permetta a tutti i temi di essere trattati con simile ed adeguata serietà.

Entro le prime 2 settimane
>> Brainstorming e preparazione del Dibattito / Incontro pubblico: e di approfondimento: innanzi tutto un momento di verifica tra la fase preparatoria e il successivo incontro pubblico. I PARTECIPANTI AL PROGETTO SI CONFRONTERANNO sul tema del dibattito, confrontando tra loro materiali di ricerca. Una delle forme di ricerca consisterà nella RACCOLTA DI QUESTIONARI DI OPINIONE nelle rispettive SCUOLE ed UNIVERSITA’ da parte dei partecipanti. Una OPINIONE riguardo al tema VERRA’ CHIESTA anche ad associazioni o gruppi di giovani di una decina di paesi partecipanti con i quali intratterremo una corrispondenza via mail.
Saranno REALIZZATE PRESENTAZIONI AUDIOVISUALI del tema (quali mappe interattive geopolitiche, brevi video informativi / pubblicità progresso, presentazioni in power point) da visionare durante il dibattito per valorizzare la comunicazione dei messaggi e facilitare la comprensione dei concetti, in modo innovativo e creativo. Nel corso di questa attività tutti i partecipanti al progetto apprenderanno le competenze necessarie all’uso di queste comuni tecnologie (utilizzo di power-point, programmi base di montaggio foto e brevi video, utilizzo del proiettore)

Entro il primo mese.
>> Dibattito / incontro pubblico: ovvero un incontro di educazione non formale aperto al pubblico con l’aiuto di esperti che intervengano nel ruolo di discussant per stimolare un dibattito rispetto alle tematiche scelte, senza che venga meno il carattere orizzontale, non formale e partecipativo del progetto.
Gli incontri saranno attorno al macro-tema dell’Europa e della crisi ed in particolare verteranno sui 4 argometi sopra citati. Tutto l’incontro sarà gestito sulla base delle DOMANDE e delle RIFLESSIONI dei PARTECIPANTI. Qualcosa dunque di molto lontano da una lezione, piuttosto un momento di verifica del lavoro di approfondimento realizzato.

All’inizio del secondo mese
>> Workshop di sintesi: ci troveremo per DECIDERE, giunti quasi alla fine di questo percorso di approfondimento, quali sono gli aspetti più interessanti per noi e quali le RIFLESSIONI CHE VOGLIAMO COMUNICARE. Sulla base di questo scambio di opinioni avremo poi il compito di concretizzare la stesura di un menabò per la rivista.

Entro la fine del secondo mese
>> Produzione della Rivista/Fanzine. Al termine di ogni approfondimento PRODURREMO E STAMPEREMO UNA RIVISTA FANZINE che sarà pubblicata anche in formato pdf/epub per raccogliervi le idee rielaborate durante i dibattiti-eventi. In una prima fase IMPAGINEREMO (con l’ausilio di programmi come In-Design, il cui utilizzo sarà una esperienza di crescita per i meno esperti) le trascrizioni e le traduzioni già realizzate come materiali preparatori ai workshop. In seguito SCRIVEREMO TESTI capaci di dare conto del dibattito avvenuto durante l’incontro pubblico e dela rielaborazione di contenuti avvenuta durante il workshop.

Inoltre saranno sempre considerati i seguenti aspetti:
>> Utilizzo dei social Media come strumenti collettori e di diffusione dei dibattiti-eventi. Ogni evento verrà FILMATO E CARICATO ONLINE, probabilmente su YouTube, oltre che AUDIO-REGISTRATO in modo da poterne ricavare una trascrizione e traduzioni in diverse lingue. Oltre che uno strumento di diffusione il social web diventa anche archivio permanente del progetto, utilissimo per il futuro.

>> Traduzione: la vocazione includente e europea del gruppo si esprimerà nell’utilizzo frequente all’interno della rivista di diverse lingue europee. TRADURREMO I TESTI in francese, inglese, spagnolo, ma senza dimenticare altre lingue oramai parlate da milioni di persone in Europa come l’arabo e il filippino.

Fase finale di valutazione e disseminazione:
Realizzeremo attività di diffusione dei risultati del progetto, DISTRIBUIREMO LE RIVISTE NELLE SCUOLE E NELLE UNIVERSITA’, inviteremo altri giovani ad utilizzare le opportunità offerte dal metodo dell’educazione non formale da un lato e dai programmi di finanziamento europeo dall’altro.
Il progetto intrapreso sarà rielaborato, mettendo in evidenza gli obiettivi raggiunti e le eventuali carenze.
Procederemo infine ad una fase di autovalutazione che sarà il risultato di un confronto prevalentemente tra noi e tra le opinioni dei partecipanti e dei tanti che lo hanno attraversato o che ne leggono le riviste. Per realizzare questo confronto convocheremo un ultimo appuntamento pubblico per discutere con noi dell’esito del progetto e metteremo a diposizione una mail al preciso scopo di commentare gli incontri e le riviste da parte degli intervenuti o dei lettori.