Pages Menu
Categories Menu

Obiettivi e Priorità

L’Associazione Zero Zero nasce nel 2008 con la volontà di realizzare progetti culturali e di rilevanza sociale, come associazione di volontariato.
L’associazione Zero Zero si occupa della promozione della cultura, dell’arte e della letteratura, a beneficio delle comunità locali nelle quali ha sede e con particolare attenzione ai giovani e a chi affronta le piu’ svariate difficoltà, sociali oppure legate alla discriminazione.
Da anni l’Associazione Zero Zero è impegnata nella promozione dei diritti umani, tramite la specifica attenzione alla libertà di espressione.
Breve Storia
Nel 2010 L’Associazione culturale Zero Zero ha proseguito l’ospitalità offerta presso la sua sede allo scrittore iraniano Yousefi Eshkevari, dissidente e già condannato a morte nel suo paese e candidato al Premio Nobel per la Pace. L’ospitalità è stata concessa grazie ad un progetto realizzato dal Comune di Chiusi e dalla Regione Toscana in collaborazione con la proprietà dello stabile. Maria Pace Lucioli Ottieri Della Ciaja (tesoriera dell’Associazione) e Alberto Lucioli Ottieri della Ciaja (membro dell’associazine culturale).
Associazione ha collaborato alla presentazione del libro Lo zen e l’arte di andare in bicicletta”, all’interno di un progetto di promozione della mobilità ciclabile realizzato in provincia di Roma, nel comune di Zagarolo dall’Associazione No Border Line, fornendo consulenza e contribuendo alla promozione stampa
L’Associazione ha contribuito alla realizzazione del sito ottierottieri.it
Nel gennaio 2011 l’associazione ha accolto, in sostituzione della famiglia di Yousefi Eshkevari, un’altra famiglia di dissidenti iraniani, tra cui Ehsan Abedi, in questi mesi sta per arrivare nell’ambito del medesimo progetto uno scrittore in fuga dalla Siria di Bashar Assad. In occasione della cacciata di Ben Ali dalla Tunisia l’associazione si occupò di un primo tour italiano del cantnate “El General” arrestato dal regime tunisino e divenuto simbolo della protesta per la libertà e la democrazia.
Nel Marzo 2011 il direttivo dell’Associazione ha partecipato nella sede dell’Associazione No Border Onlus ad un seminario di approfondimento a proposito della disciplina dei contratti tra associazioni al fine di stipulare un contratto con altre 5 associazioni con sede in diverse regioni all’interno del territorio nazionale al fine di collaborare reciprocamente in modo stabile e coordinato nel rispetto degli scopi statutari di ciascuna associazione.
Nel settembre 2011 l’Associazione ha realizzato eventi culturali con la presenza di Ehsan Abedi e Sepideh Jodeiry, in particolare a Milano i due esuli iraniani hanno potuto recitare le loro poesie nel contesto di un evento poetico che vedeva coinvolti poeti professionisti e amatoriali che si esibivano in piu’ di 15 lingue diverse. L’evento è stato seguito da Radio Popolare e trasmesso in parte. Nel corso del 2012 e del 2013 l’Associazione ha realizzato diverse edizioni del progetto Translation Slam Poetry, tra le altre quelle organizzate all’interno della Fiera di Fa la cosa giusta a Milano e al festival Orizzonti di Chiusi in Provincia. Inoltre in questo momento l’Associazione si occupa di un complesso ed articolato progetto nell’ambito di un quartiere popolare milanese, promuovendo il Multilinguismo. Ha sviluppato inoltre negli ultimi anni una collaborazione culturale con il MilanoFilmFestival.