Pages Menu
Categories Menu

Attività

Il progetto prevede una fase di preparazione in cui verrà preparata con grande attenzione l’attività, si realizzeranno incontri tra i formatori per preparare un dettagliatissimo piano di intervento che coinvolga in maniera equilibrata i diversi quartieri e soprattutto favorisca l’incontro fra i partecipanti. Verrà organizzato un piano di coinvolgimento dei partecipanti assicurando ai più volonterosi da subito un ruolo di protagonisti nell’ideazione e nella realizzazione delle attività e si lavorerà per garantire un equilibrio nella partecipazione di ragazzi e ragazze.
E’ noto come la presenza femminile sia spesso minoritaria nei contesti di questo tipo e nella pratica delle culture urbane. Tuttavia proprio il lavoro di associazioni che da tempo sono impegnate su questi temi e che hanno come orizzonte la rottura di schemi e barriere, soprattutto se potenzialmente discriminatorie fa si che ci sia una grande esperienza in progetti e sperimentazioni che prevedano un maggior e coinvolgimento femminile.

Sin dall’inizio del progetto affronteremo il tema coinvolgendo le ragazze più attive nei progetti che le associazioni stanno promuovendo nei diversi quartieri ed individuando le più efficaci fra le sperimentazioni attuate in questi anni per avvicinare le ragazze alle attività.

Concretamente le principali attività che realizzeremo saranno:

*workshop itineranti per la città in cui esprimere le discipline delle culture e dell’arte urbana, riqualificando i quartieri che attraverseremo. Questi workshop itineranti saranno mirati al coinvolgimento dei giovani di Milano impegnati nelle culture urbane e alle associazioni impegnate nel sociale e nell’educazione o nel recupero dei giovanissimi.

*scambio reciproco di esperienze, sia con la forma di workshop di autoformazione sia sotto la guida di tutor esterni.

*realizzazione di una campagna composta da canzoni, videoclip, eventi ed iniziative contro il razzismo. La campagna avrà lo scopo di sensibilizzare e diffondere le arti arti urbane come buona pratica di riqualificazione e impegno giovanile, come possibile di riqualificazione urbana e impegno sociale giovanile contro le discriminazioni.
Infine verrà realizzata una ampia fase di valutazione, questa includerà una valutazione del nostro meeting sotto forma di intervista ai partecipanti e agli abitanti dei quartieri in cui si svolgeranno i workshop esterni. La fase di valutazione sarà molto importante perchè è durante questi mesi che si consoliderà la relazione che permetterà di immaginare un follow up solido e realistico.

Tra la parte finale del progetto e i mesi che lo seguiranno verrà infatti realizzato come follow up un network di associazioni impegnate nella valorizzazione della cultura urbana nel quale coinvolgeremo anche partner europei. In caso di buon esito si intreccerebbe positivamente con questo lavoro il progetto “Feed your mind” che l’Aps Yard ha recentemente presentato all’Agenzia Nazionale per i giovani nell’ambito di Erasmus+, programma di finanziamento e supporto delle attività giovanili finanziato dall’Unione Europea nel quadro della strategia Europa 2020.