Atelier di scrittura per bambini.

Atelier di scrittura per bambini.

Scrivere è un’arte. Nessun corso può fare di voi scrittori o scrittrici: la creatività non si può insegnare. Ma noi possiamo svelarvi un segreto!

Già nel 1800 gli artisti cominciarono a rifiutare le mode, i manierismi, le Accademie e la produzione di opere tutte uguali tra loro. Giacomo Leopardi, che considerava se stesso il più classico dei poeti, in realtà ruppe ogni regola del classicismo inventando un nuovo stile. Questo ha fatto di lui il fondatore della poesia moderna.

Ribellione, curiosità, sperimentazione, esercizio, ma soprattutto UNO è il segreto dei grandi scrittori: LEGGERE. Tantissimo e di tutto. Non si può diventare scrittori senza prima essere dei lettori.

L’Atelier di scrittura dell’Oasi del piccolo lettore non è il classico laboratorio di scrittura creativa: ogni appuntamento è costituito da mezz’ora di lettura e da un’ora di attività sul testo. Partiremo dalla lettura dei classici di tutte le epoche per farci ispirare e lasciare spazio alla fantasia e all’immaginazione. Con attenzione però agli strumenti in mano allo scrittore/scrittrice: trama, personaggi, stile (per rompere le regole, bisogna prima conoscerle!).

6 incontri ogni giovedì e ogni domenica alle h. 17.30 /19
Dall’11 luglio al 28 luglio.
Età dai 7 ai 12 anni.
Costo 40 euro totali (inclusi penna e taccuino).
Prenotazione obbligatoria: oasidelpiccololettore@gmail.com

PROGRAMMA
COME è FATTA LA POESIA?
Lettura di Giacomo Leopardi “L’infinito” e Gabriele D’Annunzio “Piove”.
A partire dall’ascolto di queste due poesie, tra le più belle della letteratura italiana, andremo a scoprire cosa sono la strofa, il verso, la rima.
Infine andremo in cortile, ci sdraieremo sotto un albero e staremo in attesa… dell’ispirazione per scrivere una poesia!

COS’è IL ROMANZO?
Alessandro Manzoni – I promessi sposi
A partire dalla lettura del romanzo nell’edizione breve curata da Roberto Piumini, andremo a scoprire le parti del romanzo: la voce narrante, la trama, i personaggi, il tempo della storia e il tempo del racconto.
Infine proveremo a inventarci un nuovo finale: se Lucia decidesse di non voler più sposare Renzo?

CHE FAVOLA!
Esopo – La lepre e la tartaruga
La favola è un genere letterario molto speciale: animali che parlano e una morale a chiusura sono le sue principali caratteristiche. Dopo la lettura inventeremo una favola a partire dai proverbi della lingua italiana che hanno per protagonisti animali (Gallina vecchia fa buon brodo, Prendere lucciole per lanterne, Il lupo perde il pelo ma non il vizio… ).

ALL’AVVENTURA
Bram Stoker – Dracula
Dopo la lettura dell’adattamento a cura di Guido Sgardoli, proveremo ad analizzare il romanzo e le emozioni che suscita nel lettore. Andremo poi nel testo a rintracciare gli espedienti con cui l’autore è riuscito a tenerci col fiato sospeso fino all’ultima pagina. Infine proveremo a inventare un personaggio da paura!

VEDERE LE COSE CON NUOVI OCCHI.
Miguel de Cervantes – Don Chisciotte
Don Chisciotte credeva di essere un grande eroe, mentre per tutti era solo un povero pazzo. Uno scrittore o una scrittrice riescono a mostrarci qualcosa che non avevamo mai visto prima, anche se era proprio lì sotto i nostri occhi. Come rovesciare la realtà per imparare un punto di vista nuovo? Inventiamo una storia che ha per protagonista un pazzo provando a immedesimarci nel suo modo di vedere il mondo.

CHE STILE?!
Raimond Queneau – Esercizi di stile
La scena è questa: un signore su un bus affollato che si lamenta, poi trova un posto e si siede. Dopo due ore il signore è con un amico che gli dice di farsi cucire un bottone. Raimond Queneau ha scritto questo racconto 99 volte, ogni volta con uno stile diverso. Anche noi riproveremo a usare 3 stili diversi a partire da un episodio banale che ci è capitato oggi.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *