Seleziona una pagina
MARZO | Il programma in libreria per bambini da 3 anni in su

MARZO | Il programma in libreria per bambini da 3 anni in su

Incontri gratuiti, dai 3 anni in su.
Prenotazione consigliata : oasidelpiccololettore@gmail.com
Via Giuseppe Gabetti 15 (vicino deposito Atm di via Novara)
MM5 San Siro | San Siro Ippodromo MM1 De Angeli + linea 80 (Piazza Amati)

PROGRAMMA DEL MESE DI MARZO 2020

SABATO 7 MARZO | UN BRAVO ORSETTO SA CHE DEVE PROTEGGERE IL MONDO IN CUI E’ NATO

Non c’è più tempo, bisogna agire! Il cambiamento climatico è già in atto e nessuno è troppo piccolo per fare la differenza. Attraverso la storia di due Orsi polari, capiremo perchè il riscaldamento globale va fermato prima che sia troppo tardi. A seguire laboratorio di riciclo.

sabato 7 marzo h. 11.30
Winston. La battaglia di un orso polare contro il riscaldamento globale Un giorno chiama a raccolta tutti gli orsi del villaggio: “Il ghiaccio si sta sciogliendo”, dice preoccupato Winston. “Stiamo perdendo la nostra casa”. Ecco allora che gli orsi di Churchill organizzano una manifestazione per il giorno successivo: striscioni, cartelli, slogan…. ma sul più bello Winston scoprirà che il primo a dover cambiare stile di vita è proprio lui.
Laboratorio di riciclo: realizziamo un orsetto bianco con cartoncino e rotoli di carta igienica.

sabato 7 marzo h. 16.30
Domani farà bello Il sole, divenuto troppo caldo, ha provocato lo scioglimento della banchisa… c’è troppa acqua, troppa, e il ghiaccio non basta… Un giorno, un blocco si stacca trascinando con sé l’orsacchiotto.
Laboratorio di riciclo: realizziamo un orsetto bianco con cartoncino e rotoli di carta igienica.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

8 MARZO | CONTRO IL ROSA, CONTRO IL CELESTE.
Cosa vuol dire essere femmine? C’è differenza tra maschi e femmine? Cosa fa una femmina? Ci sono cose che una femmina non può fare? E un maschio può fare tutto?
Letture e laboratori per bambine e bambini contro gli stereotipi di genere.

domenica 8 marzo h. 10.30
Julian è una sirena (Franco Cosimo Panini)
Un giorno, mentre è in metropolitana con la nonna, Julián rimane affascinato da tre donne vestite in modo spettacolare: hanno morbidi capelli ondeggianti e i loro abiti coloratissimi finiscono in lunghe code da sirena, la loro gioia riempie il vagone. Julián torna a casa sognando a occhi aperti… vuole essere una sirena anche lui… Ma cosa penserà la nonna?
Un albo tanto semplice quanto straordinario, vincitore del premio Andersen nel 2019.
A seguire laboratorio di collane con la pasta.

domenica 8 marzo h. 16.30
Mi piacciono gli incubi (Settenove)
La mamma legge ogni sera storie divertenti e romantiche alla piccola protagonista di questo libro, le regala un peluche a forma di unicorno e una torcia a forma di ranocchio. Da quel momento le sue notti si popolano di fate, zucchero, miele, animaletti pelosi, fatine, principi galanti e… tutto questo la irrrrrita!! A lei piacciono gli incubi, altro che i bei sogni!
A seguire laboratorio di collane con la pasta.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

PEZZETTINO SONO IO. PERCORSI ESPERIENZIALI IN LIBRERIA.
NON UNA MOSTRA, NEMMENO UN LABORATORIO. QUASI UN GIOCO“Pezzettino sono io” è un progetto di Oasi del Piccolo Lettore ispirato dal capolavoro di Leo Lionni, “Pezzettino” edito da Babalibri.
Per un mese, dal 13 marzo al 12 aprile, la libreria cambierà aspetto, rivestendosi di quadrati di feltro colorati. Sarà possibile giocare con Pezzettino e gli altri protagonisti della storia (Quello-Che-Corre, Quello-Forte, Quello-Che -Vola e così via).
I bambini accompagnati dalla lettura del libro, potranno fare in libreria lo stesso percorso di Pezzettino (con un pò di fantasia!): salire su una barca, scalare una montagna, entrare nella grotta di Quello-Saggio.
Potranno giocare con centinaia di quadrati di feltro colorato e altrettanti punti di velcro adesivi alla parete per costruire e decostruire, creare e rompere forme/identità… pezzettino dopo pezzettino!

INAUGURAZIONE 13 MARZO
Il percorso esperienziale di “Pezzettino sono io” sarà allestito per un mese, dal 13 marzo al 12 aprile. INGRESSO GRATUITO. PRENOTAZIONE CONSIGLIATA oasidelpiccololettore@gmail.com

Dal 13 al 15 marzo
Un programma di letture con diversi albi illustrati per esplorare forme, colori, identità.

Venerdì 13 marzo h. 17
Lettura da 0 a 3 anni
Il tondo (Babalibri)

Sabato 14 marzo h. 10
Lettura da 0 a 3 anni
Orso buco (Minibombo)

Sabato 14 marzo h. 11.30
Lettura da 2 anni in su
Pezzettino (Babalibri)

Sabato 14 marzo h. 17
Lettura da 3 anni in su
Tuttodunpezzo (Topipittori)

Domenica 15 marzo h. 11
Lettura da 3 anni in su
Il puzzle infinito (Kalandraka)

Domenica 15 marzo h.17
Lettura da 3 anni in su
Piccolo blu e piccolo giallo (Babalibri)

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

21 E 22 MARZO | SBAGLIANDO SI INVENTA. ESERCIZI DI FANTASIA CON GIANNI RODARI

Lettura delle filastrocche di Gianni Rodari, mentre i bambini batteranno il ritmo con tamburi e percussioni.
Rime, ritmo, parole che scorrono veloci e gettano uno sguardo al rovescio su tutte le cose.
Dopo la lettura seguiremo gli Esercizi di fantasia di Rodari: dopo aver pescato in un mucchio di foglietti due parole, proveremo a inventare una storia associando al “binomio fantastico” tutte le parole che ci verranno in mente.
La storia inventata verrà poi illustrata dai bambini con tempere su carta.

Letture e laboratori gratuiti. Dai 3 anni in su.
Prenotazione consigliata, scrivi a oasidelpiccololettore@gmail.com

*Sabato 21 marzo h. 11.30
*Sabato 21 marzo h. 16.30
*Domenica 22 marzo h. 10.30
*Domenica 22 marzo h. 16.30

È difficile fare
le cose difficili:
parlare al sordo
mostrare la rosa al cieco.
Bambini, imparate
a fare le cose difficili:
dare la mano al cieco,
cantare per il sordo,
liberare gli schiavi
che si credono liberi.
(Rodari)

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

28 E 29 MARZO|  QUASI UNA FIABA. NON TROPPO CLASSICA, NON TROPPO MODERNA.

C’era una volta. Cominciano tutte così e subito ci trascinano in un luogo e un tempo indefiniti. Il viaggio comincia, ma solo dopo aver superato un confine o trasgredito un divieto. E ci ritroviamo immersi nel meraviglioso (ma anche nel terribile). Il nostro eroe affronterà pericoli, incontrerà animali parlanti e alla fine vincerà grazie ad un elemento magico. Questi sono tutti gli ingredienti delle fiabe. Ma come scrive Angela Del Gobbo*, il fascino che da sempre hanno sui bambini è dovuto al fatto che le fiabe insegnano che “l’unico rischio da evitare non sono gli orchi e le streghe, ma è ritenere che l’ordine del mondo sia irremovibile, accettare la miseria umana”. Ecco allora alcune fiabe (o quasi fiabe!) nè classiche nè moderne, che rovesciano tutto, anche i punti di vista più consolidati.
A seguire laboratorio cromatico con le tempere.

sabato 28 marzo h. 11.30
La signora Coniglio Bianco (Rizzoli)
Avete presente la storia di Alice nel Paese delle meraviglie? Preparatevi ad ascoltarne una versione mai vista prima! La signora Coniglio Bianco è ovviamente la moglie del BianConiglio. Ma per lei niente tè col Cappellaio Matto, niente ricevimenti a Palazzo… è sempre a casa, occupata a stirare i panciotti del marito e ad accudire i loro figli. Altro che Paese delle Meraviglie!
A seguire laboratorio cromatico con le tempere.

sabato 28 marzo h. 16.30
Favole al telefonino (Orecchio Acerbo)
Una minuscola antologia -fulminante e pirotecnica- che raccoglie in 160 caratteri (come un sms) alcune tra le favole più famose. E le rivisita -con allegra ironia- alla luce di un immaginario collettivo tanto fervido quanto smaliziato e consapevole.
A seguire laboratorio cromatico con le tempere.

domenica 29 marzo h. 10.30
Cappuccetto Bianco (Corraini)
Mai vista tanta neve! Ha nevicato così tanto che non si vede nulla: nè Cappuccetto, nè il Lupo. Tantomeno il Lupo vede Cappuccetto o viceversa. Nemmeno la nonna si vede, ha lasciato un cartello scritto con gesso bianco, pare sia andata in Africa e tornerà in estate…
A seguire laboratorio cromatico con le tempere.

domenica 29 marzo h. 16.30
C’era una volta una storia (Topipittori)
Un bambino che non sa leggere, ma sa guardare le figure e delle storie sa già molte, moltissime cose. Un libro incantato che di pagina in pagina racconta la meravigliosa storia che si forma sotto gli occhi di chi lo legge. Una cameretta buia dove ogni giocattolo sussurra e ripete nel buio le parole del libro. A seguire laboratorio cromatico con le tempere.

*Angela Del Gobbo, autrice di “Quando i grandi leggono ai piccoli”.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *