Seleziona una pagina
PLAY SAN SIRO – progetto di coesione sociale

Play San Siro è l’idea che attraverso lo sport si possa dare vita alla città,
raggiungendo anche chi ha meno opportunità. 
Play San Siro supera le barriere: quelle che separano le persone tra loro,
quelle che le separano dai desideri, 
quelle che separano lo spazio urbano,
il formale dall’informale, l’educazione dalla vita.
Play San Siro ti propone un gioco: il tuo quartiere.

Un gioco da trattare bene per poterlo usare ancora; da cui si impara molto; che può richiedere coraggio o pazienza, agilità o concentrazione; da fare in squadra, senza lasciare indietro nessuno. L’obiettivo generale in cui va inquadrato il progetto è: promuovere lo sport amatoriale come strumento di inclusione e integrazione sociale e di superamento delle condizioni di marginalità, anche attraverso la cura dello spazio pubblico. Obiettivo specifico del progetto è intervenire all’interno del quartiere di San Siro, coinvolgendo adolescenti, giovani e mamme e favorendo la socializzazione e aumentando l’opportunità dei soggetti a rischio esclusione. Costruendo un percorso che coinvolga la comunità locale, contribuisca a riqualificare l’area di Piazza Selinunte e del Monte Stella, facendo leva sulla caratteristica per cui il quartiere è conosciuto in tutto il mondo: lo Sport. Sede del celebre Stadio Meazza, San Siro è una zona che nella storia ha ospitato importanti strutture sportive di grande rilievo. Nel cuore della Zona San Siro, nel quartiere di case ERP, non giunge l’eco di questa fama internazionale: l’opportunità di fare sport non è contemplata da molte persone a rischio esclusione. Pensiamo che lo Sport sia in grado di stimolare la cooperazione, favorire il superamento delle differenze (linguistiche, religiose, culturali, sociali) e l’inclusione, stimolare l’autostima e l’empowerment dei partecipanti. Affinché questo accada bisogna andare oltre il gioco e realizzare un vero e proprio percorso educativo, inserendo elementi innovativi ispirati dalle metodologie dell’educazione non formale e accompagnate da percorsi partecipativi. Il progetto si basa su tre azioni “Unione Alfa”, la squadra di calcio del quartiere, “Calcio di strada”, rivolto ai minori e “Mamme in bici”, una crew che impara a pedalare. Il primo scopo, sarà quello di promuovere lo sport e gli stili di vita attivi. Il progetto sarà articolato in modo da raggiungere un target più ampio di quello dei partecipanti ed una trasformazione che vada oltre l’accresciuta consapevolezza dell’importanza della pratica sportiva.

In particolare ciascuna azione prevede:
– Un percorso di apprendimento rivolto ai partecipanti 
– Iniziative LUDICO-CULTURALI volte a favorire occasioni di incontro tra vicini e la coesione della
comunità locale, in occasione delle partite più importanti, dei tornei in piazza, delle biciclettate o dei
ciclo-bus 
– La CURA degli SPAZI PUBBLICI che servono per le attività sportive, attraverso la partecipazione civica

no images were found

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *