Domenica 12 Marzo 2017 alle 17 presso la Fiera di Fa la cosa giusta in piazza Pace e Partecipazione.

L’alternanza scuola lavoro da quest’anno è effettiva. Gli studenti vengono mandati da Mc Donald’s o Zara, allo studio si sostituisce lo sfruttamento a costo zero, invece di pensare alla cultura e allo sviluppo di una coscienza critica la scuola promuove i valori delle corporation ma per fortuna non tutte le esperienze sono uguali; c’è chi propone di utilizzare l’alternanza scuola lavoro per costruire connessioni tra la scuola e la società che promuovano una didattica alternativa.
Noi proviamo a costruire un mondo di persone impegnate sulla base della libera volontà di cooperare. Per questo crediamo che l’alternanza scuola-lavoro vada contrastata denunciando le malefatte che giustifica, ma anche mutandone il segno e il significato.
Appoggiamo le proteste degli studenti che si oppongono alle multinazionali come McDonald’s o Zara che, oltre a essere sfruttatori di persone e risorse naturali su scala globale adesso si propongono di utilizzare gli studenti, come “esercito di lavoratori di riserva”.
Contemporaneamente vogliamo costruire una risposta concreta assieme agli studenti che devono svolgere tra le 400 e le 200 ore di “alternanza”. I collettivi che hanno proposto criteri etici e pratici come base per una rivendicazione comune e tutte le organizzazioni che vogliono raccogliere il loro appello possono trasformare questo programma nefasto in un’occasione per sviluppare didattica alternativa, autonoma, etica e trasformativa.

Ne discuteremo con:
* Organizzazioni che vogliono proporre progetti etici e formativi, per garantire la possibilità agli studenti di non essere sfruttati.
* Il coordinamento dei collettivi studenteschi di Milano e Provincia presenta il proprio punto di vista e una campagna di rivendicazioni sull’alternanza scuola lavoro.

Guarda l’articolo sul sito di Fa La Cosa Giusta:
https://falacosagiusta.org/programma-culturale/a-scuola-da-mc-donald/