READ IN ENGLISH

10881549_1569968039883626_4921282664465442993_nNo Mama project Vs Racism and Xenophobia is a collaboration of several organizations working since many years to enhance the urban cultures and Hip Hop in particular, as a vehicle of expression able to give positive message, to fight discrimination in the name of a mixed race society, even in difficult.
These associations have decided to carry along a path of non-formal education that has a youth exchange in Milan as main activity on July.

The collaboration between different associations of different countries will allow the project to have the transnational nature which belongs to the world of culture today and in particular of urban cultures. Hip hop passes through the metropolis putting in the free world, and this case Europe, and allowing many young people to dream and imagine people like themselves, committed with the same challenges and animated by the same passions in distant but similar metropolis.

The choice of the area of intervention brings inevitably work closely with the suburbs and young people often labeled “with fewer opportunities” but they are certainly not “less creative” or “availability to commitment”. It is only to find the right language for communicating different worlds by age and context of origin: these organizations engaged for years this mission and they want to realize it successfully through this youth exchange too.

CONTINUA A LEGGERE

The project includes a preparation phase in which videoconference between the groups will be accompanied by the signing of the “learning agreement” with the participants and the collection of useful material for the week of activities.

The exchange provides a calendar structured and detailed features: – use of methods of non-formal education, many of which derived from the habits of young people who practice the disciplines of Hip Hop (writing, MC’ing and breakdance) on the streets of our cities; – crossing a context rich of incitement and very interested in the project, the context will be benefited, even in terms of impact in the medium term. – the realization of a multimedia output to promote music and art against racism.

Following the exchange will be made dissemination activities and “expolitation” results with the involvement of other young people and youth-workers associations in different contexts of organizations (which all have some characteristics similar to those of San Siro).

LEGGI IN ITALIANO

No Mama project Vs Racism and Xenophobia nasce dalla collaborazione di alcune associazioni impegnate da anni a valorizzare le culture urbane e l’Hip Hop in particolare come veicolo di espressione capace di esprimere messaggi positivi di lotta alla discriminazione in nome di una società meticcia, anche in contesti difficili.

Queste associazioni hanno deciso di realizzare assieme un percorso di educazione non formale che ha come attività principale uno scambio di giovani da svolgere a Milano nel mese di Luglio 2016.

La collaborazione tra diverse associazioni di paesi differenti permetterà al progetto di avere quella natura globale che è propria del mondo della cultura oggi ed in particolare delle culture urbane.

L’hip hop attraversa le metropoli mettendo in connessione il mondo, ed i questo caso l’Europa, e permettendo a moltissimi giovani di sognare ed immaginare persone simili a loro, impegnate con le stesse sfide ed animate dalle stesse passioni in metropoli apparentemente lontane. La scelta del settore di intervento porta con sé inevitabilmente il lavoro a stretto contatto con le periferie ed i giovani spesso definiti “con minori opportunità” che però non sono certamente “con minore creatività” o “disponibilità all’impegno”.

Si tratta soltanto di trovare linguaggi giusti per mettere in comunicazione mondi diversi per età e contesto di provenienza: queste organizzazioni impegnate da anni in questa missione intendono realizzarla con successo anche tramite questa scambio di giovani.

Il progetto prevede una fase di preparazione in cui agli incontri in videoconferenza tra i gruppi si affiancherà la stipula di “learning agreement” con i partecipanti e la raccolta di materiale utile per la settimana di attività.

Lo scambio prevede un calendario strutturato e dettagliato caratterizzato da:
– L’utilizzo di metodologie di educazione non formale, molte delle quali derivate dalle abitudini dei giovani che praticano le discipline dell’Hip Hop (writing, mc’ing e breakdance) per le strade delle nostre città.
– L’attraversamento di un contesto ricco di stimoli e molto interessato al progetto che ne sarà beneficiato, anche in termini di impatto a medio termine.
– La realizzazione di un prodotto multimediale finale che integri video, audio e immagini per diffondere un messaggio antirazzista.

A seguito dello scambio sarà realizzata una attività di disseminazione e di “expolitation” dei risultati con il coinvolgimento degli altri giovani e degli youthworkers delle associazioni nei diversi contesti delle organizzazioni (che presentano tutti alcune caratteristiche simili a quelle di San Siro).
Infine verrà realizzata una fase di valutazione in cui si metteranno a verifica tutti gli indicatori degli obiettivi e dei risultati da raggiungere.