International Cities Of Refuge Network

Da svariati anni all’interno del circuito ICORN (International Cities of Refuge Network) l’Associazione culturale Zero Zero ha ospitato presso la sua sede lo scrittore iraniano Yousefi Eshkevari, dissidente e già condannato a morte nel suo paese e candidato al Premio Nobel per la Pace, il giornalista iraniano dissidente Ehsan Abedhi e sua moglie la poetessa Sepideh Jodeiry. Oggi ospita il giornalista siriano Malek Wannous e la sua famiglia.
Malek Wannous è il traduttore in arabo del testo “stay human” di Vittorio Arrigoni, oltre che un giornalista da sempre impegnato nei movimenti sociali in Siria e all’opposizione del regime.
Il progetto di ospitalità è realizzato grazie ad una collaborazione tra il Comune di Chiusi, la Regione Toscana, l’Associazione Zero Zero e ICORN.

Le città-rifugio di “International Cities of Refuge Network” costituiscono un’associazione di città di tutto il mondo, dedicata al valore della libertà di espressione. Gli scrittori sono sempre stati oggetto di minacce a sfondo politico e persecuzioni. La rete ritiene necessario che la comunità internazionale si adoperi per definire e attuare una risposta adeguata al problema.

Ogni città ICORN si concentra su uno scrittore alla volta, ogni scrittore che rappresenta gli innumerevoli altri clandestini, in prigione o messi a tacere per sempre. Fornendo un posto sicuro ad un “Guest Writer” e la sicurezza economica per un termine standard di due anni, le città ICORN danno un importante contributo pratico alla promozione della libertà di espressione.